it +39 02.78622532
+39 02.78622532
it

L’esotismo di Chiang Mai e la Kick Boxer Transgender

0
Maggiori informazioni
Maggiori informazioni
Salva nella Lista Desideri

Adding item to wishlist requires an account

72


Perchè Prenotare con Noi?

  • Itinerari Tematici LGBT Personalizzati
  • Customer care disponibile 24/7
  • Pagamenti Sicuri
  • LGBTQ Friendly Staff

Curiosità

Chiang Mai è la più popolosa città del Nord della Tailandia. A 700 km dalla capitale, è un importante polo turistico, in quanto qui e nei dintorni della città sono presenti circa 300 templi birmani, che risalgono al 14° e 15° secolo e che preservano la tradizione della religione buddista dell’intero Paese. Sono luoghi di meditazione, fermi nel tempo, che la popolazione frequenta come mete di pellegrinaggio. Tra essi, il più famoso è Wat Phrathat Doi Suthep che sovrasta la città di Chiang Mai ed è raggiungibile con la lunga scalinata di 309 gradini.

Chiang Mai è molto meno caotica di Bangkok: qui si conserva l’esotismo orientale, è una città più “autentica” rispetto alla grande metropoli di Bangkok.

Ecco un itinerario, su due giornate, con guida parlante italiano e dedicato all’arte ed alla cultura LGBTQ+ locale.

Itinerario

Giorno 1 Tempio di Wat Umong - WaBaan Kang t Project - Tha Phae Gate

Il Tempio di Wat Umong: è il tempio dell’amore presso il quale ci si reca per propiziarsi il cuore dell’amat*. Se si avrà successo, la tradizione vuole che vi si debba tornare vestiti di bianco. L’architettura risale al 13° secolo: la leggenda racconta che qui gli alberi parlino ai visitatori e che per evitare la fuga di un monaco folle, vennero costruiti tunnel sotterranei nei giardini, affinchè lui potesse continuare a camminare restando entro i confini del tempio. Presenti numerosi statue di Buddha e disegni murali. È  possibile nutrire i pesci, le tartarughe e le anatre che abitano il lago interno. Il tempio è ancora abitato da monaci con i quali parlare e conoscere le antiche tradizioni del luogo.

WaBaan Kang t Project: il villaggio è raggiungibile a piedi, per una rilassante passeggiata. Sarà l’occasione di scoprire piccoli negozi d’arte, botteghe di artigianato locale rigorosamente fatto a mano e perchè no, assaggiare un buon caffè in uno dei coffee shop del piccolo centro. È previsto un incontro con il proprietario di un negozio di tessuti locali, sarà un piacere per lui raccontare e spiegare come progetta e crea abiti eleganti e alla moda. È possibile pranzare qui, all’interno di un bellissimo giardino tropicale e gustare cibi fusion.

Il Tha Phae Gate, raggiungibile a piedi, è oggi punto d’incontro LGBT sia di locali che di stranieri: qui si scattano foto ricordo prima di iniziare il cammino verso il Kad Luang (mercato Warorot), il più grande mercato di fiori nel nord della Thailandia. Vale la visita del mercato ed eventualmente una simpatica sosta presso un negozio dove, grazie all’aiuto del proprietario, si può imparare a creare una ghirlanda di fiori, da portare in omaggio al Buddha del tempio Wat Ketkaram che sorge sulle sponde del fiume Ping.

Giorno 2Lanna Muay Thai Club

Il Lanna Muay Thai Club a Chiang Mai è il locale più conosciuto per il transgenderismo: è un Thai Kick Boxe Club, creato dal più famoso transgender della Tailandia, molto conosciuto in tv e chiamato Nong Thoom, campione di kick boxing, attrice e modella. È possibile mettersi alla prova e prendere una lezione di kick-boxing.

Ti piace questa proposta di itinerario? Desideri ricevere aiuto per creare il tuo viaggio in Tailandia? Raccontaci i tuoi desideri, quello che ti piacerebbe fare in Tailandia. Contattaci e ti stupiremo!

Itinerario

Giorno 1 Tempio di Wat Umong - WaBaan Kang t Project - Tha Phae Gate

Il Tempio di Wat Umong: è il tempio dell’amore presso il quale ci si reca per propiziarsi il cuore dell’amat*. Se si avrà successo, la tradizione vuole che vi si debba tornare vestiti di bianco. L’architettura risale al 13° secolo: la leggenda racconta che qui gli alberi parlino ai visitatori e che per evitare la fuga di un monaco folle, vennero costruiti tunnel sotterranei nei giardini, affinchè lui potesse continuare a camminare restando entro i confini del tempio. Presenti numerosi statue di Buddha e disegni murali. È  possibile nutrire i pesci, le tartarughe e le anatre che abitano il lago interno. Il tempio è ancora abitato da monaci con i quali parlare e conoscere le antiche tradizioni del luogo.

WaBaan Kang t Project: il villaggio è raggiungibile a piedi, per una rilassante passeggiata. Sarà l’occasione di scoprire piccoli negozi d’arte, botteghe di artigianato locale rigorosamente fatto a mano e perchè no, assaggiare un buon caffè in uno dei coffee shop del piccolo centro. È previsto un incontro con il proprietario di un negozio di tessuti locali, sarà un piacere per lui raccontare e spiegare come progetta e crea abiti eleganti e alla moda. È possibile pranzare qui, all’interno di un bellissimo giardino tropicale e gustare cibi fusion.

Il Tha Phae Gate, raggiungibile a piedi, è oggi punto d’incontro LGBT sia di locali che di stranieri: qui si scattano foto ricordo prima di iniziare il cammino verso il Kad Luang (mercato Warorot), il più grande mercato di fiori nel nord della Thailandia. Vale la visita del mercato ed eventualmente una simpatica sosta presso un negozio dove, grazie all’aiuto del proprietario, si può imparare a creare una ghirlanda di fiori, da portare in omaggio al Buddha del tempio Wat Ketkaram che sorge sulle sponde del fiume Ping.

Giorno 2Lanna Muay Thai Club

Il Lanna Muay Thai Club a Chiang Mai è il locale più conosciuto per il transgenderismo: è un Thai Kick Boxe Club, creato dal più famoso transgender della Tailandia, molto conosciuto in tv e chiamato Nong Thoom, campione di kick boxing, attrice e modella. È possibile mettersi alla prova e prendere una lezione di kick-boxing.

Ti piace questa proposta di itinerario? Desideri ricevere aiuto per creare il tuo viaggio in Tailandia? Raccontaci i tuoi desideri, quello che ti piacerebbe fare in Tailandia. Contattaci e ti stupiremo!

Foto